BLOG

Vivi con Bobble tutte le news dal mondo della comunicazione, del marketing e della creatività.

TEMPO DI LETTURA STIMATO: 3 minuti

Te ne sarai sicuramente accorto nei tuoi tour online sotto l’ombrellone e altrettanto certamente ti sarai chiesto perché non ci sono più i like su Instagram. Leggi e lo scoprirai.

Zuckemberg ci ha abituato a molti colpi ad effetto, sempre tutti collegati a precise strategie di marketing. E proprio in una nuova visione di business è insito il perché non ci sono più i like su Instagram, o meglio perché possano vederli solamente i possessori dell’account.
A te, che ne sei un fruitore, può sembrare solamente una perdita, nel senso che così non riesci più a vedere chi tra i tuoi amici ha messo like a quella foto.
A te, che sei un marketer, sembra un grosso problema, perché diventa difficile avere a che fare con i tuoi clienti che sono abituati a misurare il tuo lavoro in base al numero di reazioni che un post raccoglie.

Ma possibile che geni del marketing come quelli che seguono la strategia di Instagram abbiano preso questa decisione senza avere una precisa visione d’insieme?
Ovviamente no! Ci sono diverse ragioni che giustificano il perché non ci sono più i like su Instagram e se ti va ora te le spieghiamo!

Privacy, ma non solo

Se ci chiedi perché non ci sono più i like su Instagram, la prima ed immediata risposta è: una tutela della privacy.
Può sembrarti strano: perché solo ora dopo tanti anni di tranquilla trasparenza? E’ vero ovviamente che qualche like messo alla foto di quella o quel ragazzo possano avere acceso dispute tipo Guerra dei Roses in alcune case, ma lo è altrettanto che di sicuro Zuckemberg non si preoccupa di questo.
Tuttavia sicuramente il fatto di non vedere il nostro nome vicino ai cuori di alcune foto può alleggerirci la coscienza e farcelo mettere con maggiore serenità.

Ecco: il primo motivo collegato al business. Non rendere più visibili i like su Instagram ha a che fare con il tema della riprova sociale.
In realtà lo tocca dai due estremi. Da un lato infatti, non stiamo più a preoccuparci perché “qualcuno può vedere il mio like” e quindi siamo più naturali nel nostro comportamento di reazione. Dall’altro lato, non siamo più stimolati al doppio tap sulla foto solo per far parte del gruppo dei tanti che l’hanno già fatto.

Diciamo che il nostro libero arbitrio ne esce rafforzato.

Lo scopo del test

Se ti sei chiesto in questi giorni perché non ci sono più i like su Instagram, sappi che potrebbe non essere una cosa definitiva.
E’ infatti un test, partito dal Canada e che ora coinvolge sei nazioni nel mondo:

  • Irlanda
  • Italia
  • Giappone
  • Brasile
  • Australia
  • Nuova Zelanda

Lo scopo di questo test è appunto quello di verificare che cosa cambia nel comportamento degli utenti, non essendo più sottoposti ad una sorta di pressione sociale esercitata dal numero dei cuori assegnati ad una foto o ad un video.

L’idea è che le aziende, soprattutto le più piccole, possano beneficiare di questo cambiamento in quanto il fruitore dovrebbe essere così maggiormente concentrato sul contenuto proposto piuttosto che distratto da quante persone hanno già mostrato il loro apprezzamento.

Tu che cosa ne pensi?

Da esperti del settore, possiamo dirti che guardiamo con curiosità a questo esperimento, non solo social ma anche sociale. Perché in effetti l’uniformarsi alla massa è diventato quasi un diktat ed a volte finisce per imbrigliare anche noi stessi creativi che siamo continuamente sottoposti alla mannaia della riprova sociale.
Stiamo già verificando alcuni piccoli cambiamenti negli account che gestiamo per conto dei nostri clienti e stiamo cercando di capire come sfruttare a nostro vantaggio questa novità.

Vorresti anche tu sfruttare al meglio la (temporanea?) nuova veste di Instagram? Contattaci e ci inventeremo il modo giusto per far volare i tuoi contenuti!

Posta commento

Contattaci per una consulenza gratuita!