BLOG

Vivi con Bobble tutte le news dal mondo della comunicazione, del marketing e della creatività.

TEMPO DI LETTURA STIMATO: 2 minuti

Quello che per la persona è la carta di identità, per l’azienda è il brand positioning statement: un documento del quale non puoi fare a meno per dimostrare chi sei.

Più parliamo di marketing e più dovrebbe esserti chiaro che alla base di tutto c’è una strategia. La quale, a sua volta affonda le radici nell’analisi. Punto di partenza immaginario di questo complesso percorso di costruzione, il brand positioning statement.

Entriamo nel dettaglio.

L’importanza di differenziarsi

Il mercato odierno è vittima di una dicotomia. Da un lato ci sono sempre più alternative possibili in grado di soddisfare una stessa esigenza. Dall’altro le oggettive leve che possono orientare le preferenze sono sempre meno.
Insomma, la maggior parte delle volte, a livello pratico, le differenze tra un prodotto e l’altro sono pressochè inesistenti.
Che cosa c’entra questo con il brand positioning statement? Continuando a leggere lo capirai. E anche molto bene.

Differenziarsi, proprio perché esiste il rischio di appiattire l’offerta, è quanto mai importante. Ma come farlo? Puntare sul prezzo, conquistando le persone al grido di “qui costa meno”, come facevano i vecchi piazzisti, è un suicidio aziendale: potresti anche vendere di più, ma ridurresti all’osso i margini. E non ne usciresti certo rafforzato.

L’unica strada che paga davvero è fermarsi ed analizzare in maniera profonda il proprio brand: che cos’ha davvero in più degli altri? O, che cosa gli altri non sono stati in grado di comunicare bene, tanto da farti intravedere una breccia da attaccare con forza?

È proprio a questo punto che entra in gioco il concetto di brand positioning statement.

Che cos’è il brand positioning statement

Per poter creare la nicchia di interesse ed attenzione che permetterà alla tua azienda di posizionarsi nella mente dei potenziali clienti come leader di settore, è necessario sapere in maniera chiara ed inequivocabile chi sei, a livello imprenditoriale.

Ed ecco che ci ricolleghiamo al concetto di carta di identità espresso nelle prime righe di questo articolo: un documento personale, nel quale trovi tutte le caratteristiche essenziali che tratteggiano chi sei. Nome e cognome, altezza, colore degli occhi, segni particolari. Ecco, immagina di dover costruire lo stesso documento anche per la tua azienda.

Il brand positioning statement è una descrizione in grado di raccontare in modo distintivo chi è il tuo brand:

  • Nome dell’azienda
  • Che cosa fa
  • Quali sono i suoi punti di forza
  • Che cosa ha di diverso rispetto alla concorrenza
  • In che modo migliora la qualità della vita del potenziale acquirente

Gli aspetti forse più importanti e decisamente collegati di questa sorta di carta di identità, sono gli ultimi due.

Mentre la unique selling proposition si concentra esclusivamente su di te, quindi su quello che offri come soluzione ai problemi del target, quando si definisce il brand positioning statement, diventa importante un confronto con la concorrenza.
Non semplicemente che cosa fa il tuo prodotto o servizio, ma in che cosa è diverso rispetto agli altri. Sembra una sottigliezza, ma invece è una differenza fondamentale.

Potremmo dire che il brand positioning statement è l’approfondimento della unique selling proposition: ti dice perché quel prodotto o servizio è differente dagli altri e non soltanto che lo è.
Stilare questo documento, che spesso rimane anche interno all’azienda, significa avere la base sulla quale costruire tutta la strategia di marketing online ed offline.

Vuoi che ti aiutiamo a capire i tuoi elementi di differenziazione e ad esploderli? Contattaci!

Contattaci per una consulenza gratuita!